Prodotto aggiunto al tuo carrello

Totale prodotti (Tasse incl.)
Totale spedizione (Tasse incl.) Da determinare
Totale (Tasse incl.)
Continua lo shopping Procedi con il checkout

Prima neve: consigli pratici per controllare l'attrezzatura

Pubblicato: 29/11/2017 12:03:00
Categorie: Guide

Finalmente ci siamo! Le cime cominciano ad imbiancarsi e stai già scalpitando in attesa della prima uscita. Un ottimo modo per ingannare l’attesa è quello di fare un “check-up” all’attrezzatura. Che la tua attività preferita sulla neve sia lo sci alpinismo, le ciaspolate o semplicemente fare trekking sul manto bianco, è comunque buona norma controllare che tutto sia al meglio, per garantire alle tue uscite massimo divertimento in sicurezza.

CIASPOLE (o racchette da neve)
La ciaspolata è un’attività semplice e adatta a tutta la famiglia, ma come le altre attività da svolgere in montagna, va affrontata con un’attrezzatura in perfetto stato, per evitare qualsiasi tipo di inconveniente.
Sono pochi e semplici gli accorgimenti da usare:

  • Controlla che lo snodo della piastra di fissaggio della scarpa permetta un movimento fluido;
  • Verifica se i cricchetti di chiusura necessitano di essere registrati;
  • Controlla l’affilatura dei chiodini. In caso di usura li puoi sostituire;
  • Controlla di avere le rondelle larghe da neve per i bastoncini e che il sistema di regolazione della lunghezza del bastoncino permetta un ottimo bloccaggio.

SCIALPINISMO
Per lo scialpinismo, ancor più che per altre discipline, è necessario accertarsi che tutti gli elementi che fanno parte dell’equipaggiamento siano in buono stato, per garantirci la sicurezza necessaria ad affrontare i percorsi alpinistici. In questo caso sono diversi i controlli da fare e, se lo sci necessita di interventi sostanziali, come il ripristino della soletta o l’affilatura delle lame, è bene non fare un intervento “fai da te”, ma rivolgersi ad un laboratorio specializzato, che, grazie al lavoro di skiman professionisti, potrà garantire il risultato migliore per la perfetta manutenzione dello sci.

  • Soletta dello sci: deve essere libera da eventuali residui di sporco, sciolina o colla delle pelli e non deve presentare scalfitture.
  • Lamine: verifica che non presentino segni di ruggine e che abbiano un buon “filo”.
  • Sciolinatura: per una maggiore protezione e conservazione della soletta è bene rifare la sciolinatura, indispensabile anche per garantire una perfetta scorrevolezza su tutti i tipi di neve.
  • Pelli: per garantire il massimo grip in salita, oltre al controllo dello stato di usura del pelo che, se presenta zone nelle quali il consumo è elevato, va sostituito, è necessario verificare che le pelli abbiano ancora sufficiente colla per un’adesione ottimale alla soletta. Nel caso in cui sia necessario rinfrescarla, sono disponibili sul mercato prodotti in spray o liquidi da applicare a pennello. È possibile anche sostituire completamente la parte adesiva, in questo caso è meglio rivolgersi al proprio rivenditore di fiducia.
  • Attacchi: verifica che i movimenti di aggancio e sgancio siano fluidi e che l’attacco non presenti parti danneggiate o deformate a causa di urti. Lubrifica i punti di snodo e di sgancio dello scarpone con prodotti specifici per questo scopo.
  • Scarponi: per garantirti una buona tenuta in camminata nei tratti di sentiero e nei passaggi più alpinistici senza sci ai piedi, controlla che la tacchettatura della suola sia in buono stato; se dovesse essere usurata, dovresti valutare l’idea di far risuolare lo scarpone. Il logorio della scarpetta interna, dovuto ai numerosi movimenti del piede durante l’attività, può essere fonte di piccoli infortuni quali vesciche o abrasioni da sfregamento oltre a minor protezione dal freddo; è bene quindi sostituirla quando si nota un eccessivo consumo. Se utilizzi attacchi PIN (attacchino Dynafit o similari), verifica che gli alloggiamenti sugli scarponi siano integri per evitare pericolosi sganci accidentali.

KIT DI AUTOSOCCORSO (ARTVA, pala, sonda)
Le notizie di cronaca hanno portato all’ attenzione di tutti, negli ultimi anni, quanto l’autosoccorso sia fondamentale per aumentare le speranze di sopravvivenza in caso di incidenti in montagna. Avere con sé un kit di artva, pala e sonda, aumenta sensibilmente la possibilità di venire estratti, o estrarre un compagno sommerso da una slavina, in tempi utili. Ad inizio stagione è bene effettuare delle prove pratiche di ricerca per rinfrescare la memoria sull’utilizzo ed essere davvero pronti in caso di emergenza.
ARTVA: ricorda di mettere sempre batterie nuove all’inizio della stagione per essere sicuro di avere l’apparecchio al massimo dell’efficienza. Per un buon mantenimento dello strumento, togli le pile dall’alloggiamento se l’intervallo tra un utilizzo e l’altro è lungo o, comunque, a fine stagione.
Pala e sonda: essendo strumenti smontabili, verifica che gli innesti siano in perfetto stato e non presentino difficoltà di inserimento.

ZAINI CON AIRBAG
Altro strumento fondamentale per aumentare le possibilità di sopravvivenza in caso di valanga è lo zaino con airbag che aiuta il galleggiamento durante il travolgimento e, in caso di sepoltura, permette di sfruttare una sacca d’aria respirabile più ampia.

  • Bombola: pesa la bombola per controllare che sia perfettamente carica. Il peso che deve avere lo trovi indicato sulla scatola o direttamente sulla bombola.
  • Pallone: se non è stato aperto negli ultimi 2/3 anni, dispiega il pallone e piegalo nuovamente seguendo le indicazioni del produttore. Se hai qualsiasi dubbio o bisogno di aiuto, rivolgiti per assistenza al tuo rivenditore di fiducia.

ABBIGLIAMENTO
L’abbigliamento è fondamentale per il benessere durante le uscite invernali. Sentire le mani ghiacciate durante una ciaspolata, o la sensazione di pelle sudata durante una sessione di scialpinismo, ad esempio, sono elementi che possono impedirti di godere appieno di quello che stai facendo. Il consiglio è quello di ripensare alle uscite della stagione scorsa per individuare eventuali “punti deboli” e capire quali sono le integrazioni necessarie al guardaroba per la stagione che sta iniziando. E’ possibile, attraverso l’applicazione di prodotti specifici, rinforzare la protezione impermeabile di giacche e l’idrorepellenza di pantaloni e softshell (antivento).

CALZATURE
Le calzature sono uno dei più importanti elementi di comfort durante le uscite invernali, perché ci permettono di mantenere i piedi al riparo dall’umidità e di avere aderenza sui difficili terreni solcati dalle intemperie. Assicurati, quindi, che la suola non sia consumata e, nel caso, fai risuolare lo scarpone. Controlla che la tomaia sia ben cucita in tutti i punti e in caso di necessità, manda lo scarpone in assistenza. Come per l’abbigliamento, anche sulle calzature impermeabili è possibile ripristinare la protezione dall’acqua tramite l’applicazione di prodotti specifici.

Adesso che tutto è in ordine, non ti rimane che goderti la neve, magari provando anche nuove discipline!

Ma ricorda, prima di uscire controlla sempre bollettini meteo, neve e valanghe!

Condividi questo articolo

megafono

RECENSIONI

Premiato con il certificato
d'oro eKomi.

regalo.png

CAMBIARE IDEA È FACILE

Fino a 30 giorni
per effettuare il reso

regalo.png

RESO FACILE

Ritiriamo il tuo reso
dove vuoi tu!

regalo.png

HAI QUALCHE DUBBIO?

Il servizio clienti è sempre
a tua disposizione.
Contattaci!