Prodotto aggiunto al tuo carrello

Totale prodotti (Tasse incl.)
Totale spedizione (Tasse incl.) Da determinare
Totale (Tasse incl.)
Continua lo shoppingProcedi con il checkout

La sostenibile leggerezza dello zaino

Pubblicato: 05/06/2018 15:57:12
Categorie: Guide

Cammini e pellegrinaggi sono diventati, negli ultimi anni, la scelta per le vacanze di molti appassionati di vita outdoor, ma anche di persone non abituate, nella quotidianità, a stili di vita essenziali. Soprattutto questi ultimi, quando ci si preparano a partire, devono affrontare il dilemma di cosa portare con sé, facendo, allo stesso tempo, attenzione a limitare il peso dello zaino.
I materiali disponibili oggi sul mercato vengono incontro a questa esigenza permettendo di caricare tutte le cose fondamentali rimanendo entro il peso complessivo consigliato di 8/9 kg (anche meno per le donne).

Se sei in procinto di partire per un’esperienza zaino in spalla, vediamo insieme nel dettaglio tutto ciò che ti serve e quali potrebbero essere le scelte più “furbe” per ottimizzare il peso:

Zaino: un 45/55 litri, con relativa rain cover, è sufficiente per contenere tutto quello che ti servirà. Prediligi uno zaino con schienale ventilato (che ti aiuterà a ridurre la sudorazione nella schiena) e strutturato, anche a costo di qualche grammo in più, perché ti aiuterà a scaricare adeguatamente il carico sulla schiena e ad affaticare meno la colonna vertebrale. Scegli un modello dotato di diverse tasche/accessi, per trovare facilmente quello che ti serve.

Scarpe: l’eterno dilemma: “mi porto la scarpa alta o bassa?” Come abbiamo già spiegato nella nostra guida alla scelta della scarpa da trekking, dipende dal percorso che si deve affrontare. Se, ad esempio, hai in programma di intraprendere il Camino più famoso, quello di Santiago (via francese), il nostro consiglio è di scegliere scarpe basse e non impermeabili perché permettono al piede di respirare molto di più, riducendo il rischio di vesciche e favorendo un minor affaticamento. In caso di pioggia, le puoi sostituire con i sandali e tenerle all’asciutto all’interno dello zaino. Questo perché, come dicevamo, il percorso lo permette; in altri casi occorre valutare con attenzione.

Sandalo: è un preziosissimo alleato multifunzione! Scegliendone uno con suola strutturata (simile a quella delle scarpe) e fettucce sagomate che blocchino molto bene il piede lasciandolo tuttavia libero di piegarsi naturalmente, puoi usarlo per camminare alternandolo alle scarpe (soprattutto quando il piede comincia a soffrire per sfregamento, vesciche ecc…), ma sarà altrettanto utile come calzatura per la sera, per i momenti di riposo e anche per la doccia. Usali a piede scalzo per il riposo o il passeggio e con il calzino per camminare.

Bastoncini da trekking: aumentano la stabilità e scaricano il peso dalle articolazioni, attenzione fondamentale da avere, visti i km che ti aspettano! Puoi sceglierli telescopici, ma meglio ancora sarebbero quelli pieghevoli che trovano facilmente posto all’interno dello zaino.
Attenzione! Per l’imbarco aereo non si possono portare in cabina, ma possono trovare spazio nel bagaglio da stiva.

Mantella /giacca impermeabile: non sono alternative ma complementari. La mantella ti garantisce più protezione in caso di piogge intense, mentre la giacca ti lascia più libertà nei movimenti, è più traspirante ed è più comoda per i momenti di riposo. Entrambe sono molto comprimibili ed occupano poco posto nello zaino, oltre ad essere leggere.

Berretto: meglio se a falda larga o con la veletta che copre la nuca. Scegli un modello con schermatura solare (almeno 30 UPF) ed il più possibile comprimibile, ce ne sono alcuni che si possono chiudere in un pugno.

Abbigliamento: pochi pezzi, ma quelli giusti. Scegli tessuti tecnici perché favoriscono la traspirazione e asciugano rapidamente. Un paio di magliette (poliestere traspirante o merino), due pantaloni di cui uno eventualmente con le gambe staccabili (i cosiddetti “convertibili”), una maglia termica (in tessuto PowerStretch® o PowerDry®), un giacchetto softshell (antivento), due/tre paia di calze da trekking.

Saccolenzuolo / sacco a pelo: in quasi tutti i punti tappa si trovano coperte, potrebbe quindi bastare il saccolenzuolo (da usare per questioni igieniche), ma se devi affrontare percorsi in cui hai più rischio di non trovarle o dove hai bisogno di un maggiore isolamento dall’umidità, può essere consigliabile avere un sacco a pelo leggero. Per sapere come scegliere il sacco a pelo più adatto a te, leggi il nostro articolo.

Asciugamano: in microfibra: rapida asciugatura, peso e ingombro minimi; ti consigliamo di tenerne uno piccolo per il viso sempre a portata di mano (rinfrescarsi ad una fontana ecc..) e uno più grande per il corpo.

Kit medicazione: necessario per medicazioni varie e, soprattutto, per i piedi. È bene avere con sé cerotti, bende, garze e cerotti per vesciche, oltre ai medicinali basici.

Borraccia o sacca d’idratazione: il nostro consiglio è di avere con te 2 borracce, in modo da avere scorte di acqua per le tappe più lunghe o in cui non ci sono punti per fare rifornimento. Per ridurre l’ingombro, puoi scegliere le borracce flessibili che, quando sono vuote non occupano spazio e pesano meno di quelle tradizionali. Puoi anche scegliere la sacca d’idratazione (camel bag) che è molto pratica perché ti permette di bere durante il cammino senza doverti fermare ed occupa pochissimo spazio.

Beauty case: porta lo stretto indispensabile per l’igiene personale. Puoi scegliere il sapone in fogli (superleggeri e molto compatti), ci sono per il corpo, per i capelli, per il bucato ecc…

Tappi per le orecchie: dormire e riposare bene è importante durante un viaggio di questo tipo e un compagno di stanza rumoroso è capitato a tutti prima o poi…

Lampada frontale: utile per partenze quando il sole non è ancora alto o per arrivi in tarda serata, per muoversi negli ostelli senza disturbare o per la lettura serale.

Occhiali da sole: l’esposizione diretta alla luce solare per molte ore continuative può essere dannosa per la vista. Ricorda di indossare sempre gli occhiali da sole!

Corda per stendere il bucato: ne esistono di leggerissime che non richiedono mollette.

Coltellino multiuso: per tagliare il cibo e per qualsiasi altra necessità. Attenzione! Per l’imbarco aereo non si possono portare in cabina, ma possono trovare spazio nel bagaglio da stiva.

Condividi questo articolo

megafono

RECENSIONI

Premiato con il certificato
d'oro eKomi.

regalo.png

CAMBIARE IDEA È FACILE

Fino a 30 giorni
per effettuare il reso

regalo.png

RESO FACILE

Ritiriamo il tuo reso
dove vuoi tu!

regalo.png

HAI QUALCHE DUBBIO?

Il servizio clienti è sempre
a tua disposizione.
Contattaci!